News


News del 30/04/2017


MASCHIO GASPARDO IN CAMPO CON IL PROGETTO LIFE AGRICARE

Martedì 9 maggio 2017, presso l’Azienda pilota e dimostrativa “ValleVecchia” (Caorle, Venezia) dell’Agenzia Veneta per l’Innovazione nel Settore Primario, un’intera giornata dedicata alle tecniche innovative di agricoltura di precisione: un convegno e dimostrazioni in campo per presentare i risultati di tre anni del Progetto LIFE AGRICARE.

Il progetto LIFE AGRICARE ha valutato quali scenari dell’agricoltura conservativa possono meglio valorizzare le innovazioni dell’agricoltura di precisione (incluso l’utilizzo di mappe di prescrizione georeferenziate) in termini di risultati agronomici e riduzione dell’impatto ambientale. La tecnica convenzionale è stata confrontata con diversi scenari di agricoltura conservativa (minima lavorazione, strip tillage e semina su sodo) applicati a quattro colture in rotazione (frumento, colza, mais, soia). Con i dati raccolti sono stati valutati il bilancio energetico e ambientale per la riduzione dei gas climalteranti, la soglia di convenienza economica, l’efficienza delle macchine impiegate. L’analisi si è estesa a diversi contesti agricoli italiani valutando gli effetti a lungo termine attraverso modelli “suolo, macchine, clima” e l’analisi sul Ciclo di Vita (LCA). 

MASCHIO GASPARDO è stato partner tecnico dell’iniziativa, ed ha fornito le attrezzature utilizzate nei cantieri di agricoltura conservativa. Per la minima lavorazione sono stati utilizzati, in particolare, il coltivatore TERREMOTO e la seminatrice combinata CONTESSA, mentre per il cantiere STRIP TILLAGE è sceso in campo il coltivatore a fasce ZEBRA. La semina su sodo è stata effettuata dalla seminatrice diretta REGINA, e la fertilizzazione è stata svolta dallo spandiconcime PRIMO. Il trattamento di tutti i cantieri di lavoro ha invece visto all’opera l’imponente sprayer semovente URAGANO.

La giornata ospiterà anche una dimostrazione in campo sulle tecniche di agricoltura conservativa analizzate dal Progetto LIFE HELPSOIL anch’esso giunto al termine dei lavori e sviluppato presso l’Azienda Vallevecchia, come in molti altri siti dimostrativi nelle regioni partner dell’area della pianura padana.

SCARICATE QUI IL PROGRAMMA